Ai portici | Siamo vicini a…
523
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-523,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.8.1,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

Siamo vicini a…

luoghi di interesse

Basilica di San Giovanni Bosco

Author: Jeremy Thompson via Wikimedia

Essa fu costruita agli inizi degli anni cinquanta del Novecento dall’architetto siciliano Gaetano Rapisardi. Paolo VI, con la costituzione apostolica Romana haec Sedes del 5 febbraio 1965, la elevò a diaconia cardinalizia, con la denominazione di San Giovanni Bosco in via Tuscolana e, il 20 novembre successivo, la promosse alla dignità di basilica minore con la lettera apostolica Adulescentium patris.

Esternamente la basilica si presenta compatta e dominata dalle due cupole, di cui la maggiore ha un diametro di circa 40 metri, terza tra le chiese di Roma dopo il Pantheon e la Basilica di San Pietro. Nella sua parte terminale è collocata un’opera bronzea di Alessandro Monteleone composta da quattro angeli, di tre metri d’altezza, che sorreggono una corona sormontata da una croce.

La facciata,  il portico con cinque porte bronzee e l’interno, decorato da vetrate policrome che creano un particolare effetto scenico e dominato nella parte di fondo del presbiterio da un grande mosaico , di 100 metri quadrati, raffigurante la gloria di san Giovanni Bosco, fiancheggiato da otto bassorilievi, raffiguranti alcuni episodi significativi della vita del santo piemontese, sono arricchiti da opere d’arte di artisti del Novecento italiano, tra cui Michele Gorrisi, Emilio Greco, Paolo Crida, Goffredo Verginelli, Baccio Maria Bacci, Attilio Torresini, Lorenzo Gigotti, Enrico Martini, Antonio Biggi, Primo Conti, Tommaso Bartolini, Mario Caffaro Rore, Emilio Notte, Oddo Aliventi, Silvio Consadori, Enzo Assenza.

Sulla cantoria di sinistra del presbiterio si trova il grande organo a canne Tamburini opus 394, costruito fra il 1958 e il 1959. L’organo è a trasmissione integralmente elettrica originaria con consolle in cantoria. I registri sono 70 registri reali più altri 40 derivati per un totale di 5.274 canne e 13 campane tubolari; tutt’oggi è uno dei più grandi organi a canne d’Italia.

Cinecittà

Author: JRibaX via Wikimedia

E’ un complesso di 22 teatri di posa di eccellenza e rilievo internazionale situati lungo la via Tuscolana, a 2 chilometri dalla Casa Vacanza. L’intero complesso di proprietà statale, sotto tutela del MIBACT, costituisce il vertice dell’industria cinematografica italiana, ma è utilizzata dagli anni 1990 anche per produzioni televisive.

A Cinecittà sono stati girati più di 3000 film, 90 dei quali hanno ricevuto una candidatura all’Oscar, di cui ben 47 hanno vinto la prestigiosa statuetta. Celebri registi, nazionali e internazionali, vi hanno lavorato: da Federico Fellini a Francis Ford Coppola, da Luchino Visconti a Martin Scorsese.

Piazza San Giovanni Bosco dove ha sede la nostra Casa Vacanza ha ospitato il set di alcuni di questi film, tra cui “La dolce vita”,  “I soliti ignoti”, “Straziami ma di baci saziami”

Cinecittà oggi rappresenta il fulcro dell’industria cinematografica europea per la realizzazione di film a ciclo completo, fiction, tv, spot pubblicitari e videoclip: dalla produzione, all’edizione, fino alla realizzazione di effetti speciali.

Gli studi di Cinecittà ospitano anche mostre, eventi e possono essere visitati individualmente o in gruppo.

Tutte le informazioni sono nel sito dedicato www.cinecittastudios.it/visite-e-mostre

Parco degli Acquedotti

Il Parco degli Acquedotti, raggiungibile a piedi dalla Casa Vacanza,  è una delle aree verdi più grandi di Roma. Fa parte del Parco Regionale Suburbano dell’Appia Antica. Il suo territorio é compreso, per una estensione di circa 240 ettari, tra via Appia e via Tuscolana,

Nel suo ambito sono presenti numerosi manufatti di epoca romana, rinascimentale e dell’ottocento. Si annoverano, infatti, sei, degli undici grandi acquedotti costruiti dai romani, ed uno rinascimentale, ed altri edifici di epoche romana e successive, tra cui la villa delle Vignacce, la Tomba dei cento scalini, una cisterna con torretta, varie tombe, il fosso dell’acqua mariana, il casale di Roma Vecchia e la stazione del Ferrovia, Roma-Frascati, di Pio IX. Gli acquedotti sono quelli dell’Anio Vetus, in sotterranea, dell’Acqua Marcia, della Tepula, Iulia, e Felice, sovrapposti, dell’Acqua Claudia ed Anio Novus, anchessi sovrapposti.

Nell’area antistante il Parco, vi sono luoghi di ristoro e parco giochi per bambini.

Centri Commerciali

Inaugurato nel 1988, Cinecittà 2 è stato il primo grande centro commerciale di Roma. E’ situato all’incrocio tra via Tuscolana e Via Palmiro Togliatti, a circa 2 chilometri dalla Casa Vacanza.

E’ una struttura moderna, molto elegante e curata, con decine di negozi di ogni genere e molti punti ristoro (pizzerie, yogourterie, piadine rie, fast food). Ottimo luogo anche per passeggiate-shopping.

Dopo la costruzione di Cinecittà 2 sono sorti nella zona sud-est di Roma molti altri Centri commerciali (Romanina, Tor Vergata, Anagnina, ecc.) e il punto IKEA Roma Anagnina, tutti facilmente e in poco tempo raggiungibili dalla Casa Vacanza.

Università e Policlinico di Tor Vergata

Author: Camelia.boban via Wikimedia

L’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ha iniziato l’attività didattica nel 1982. Progettata sul modello dei campus anglosassoni, occupa un territorio di circa 600 ettari. Questa particolare estensione ha permesso di sviluppare ognuna delle sei Macroaree presenti (Economia, Giurisprudenza, Ingegneria, Lettere e Filosofia, Medicina e Chirurgia, Scienze matematiche, fisiche e naturali) in strutture separate, edificate in ampi spazi dedicati.

Ospita all’interno dell’area importanti istituzioni di ricerca, come il CNR (Centro Nazionale delle Ricerche) e l’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), che fanno di “Tor Vergata” una delle più dinamiche aggregazioni in Italia sia per la didattica che per la ricerca. Nel campus, inoltre, è attivo il Policlinico universitario, una struttura ospedaliera d’eccellenza, punto di riferimento regionale, nazionale e internazionale.

Il campus, situato nelle vicinanze dell’uscita 19-20 del Grande Raccordo Anulare di Roma, è ben collegato e facilmente raggiungibile. Con gli attuali 18 Dipartimenti, 6 biblioteche d’area, 350 aule per la didattica, 29 laboratori informatici, il centro congressi di Villa Mondragone, “Tor Vergata” offre 108 corsi di laurea (triennale, magistrale e a ciclo unico), circa 150 percorsi post-laurea (corsi di perfezionamento, master di primo e secondo livello, anche online), 50 scuole di specializzazione e 31 corsi di dottorato.

L’Ateneo è fortemente impegnato a promuovere la dimensione internazionale degli studi e della ricerca. In coerenza con questo obiettivo, 16 corsi di laurea sono “internazionali” e la maggior parte dei programmi di dottorato sono offerti in lingua inglese. Sono attivi, inoltre, programmi di ricerca congiunti (tematici e interdisciplinari), scambi accademici e convenzioni per il mutuo riconoscimento di crediti formativi con le più prestigiose università del mondo, con oltre 500 accordi (bilaterali e di cooperazione culturale/scientifica).

Ippodromo delle Capannelle

L’ippodromo delle Capannelle è considerato un vero e proprio “tempio” nel mondo dell’ippica ed è diventata la struttura di maggior rilievo nel panorama nazionale dell’ippica. Durante l’anno la programmazione delle corse vede solo brevi pause (febbraio e agosto) e le attività collaterali sono sempre numerose.

L’Ippodromo è sede confermata di rassegne musicali di levatura internazionale (Rock in Roma), di importanti appuntamenti sportivi (Campionato Mondiale Ciclocross) e di rassegne espositive. L’impianto, situato a 2 chilometri dalla Casa Vacanza, si estende attualmente su 140 ettari. Tra tribune, parterre e aree verdi ha una ricettività di oltre 20.000 persone, comprende anche la zona prato (attrezzata con tavoli fissi e barbecue), quattro tribune, aree ospitalità (Giardino e “Terrazza Derby”), bar e ristorante panoramico, zone adibite al gioco, spazi attrezzati per i bambini e l’agenzia di scommesse.

Venticinque torri faro, con piloni tra i 24 e i 40 metri da terra, illuminano dall’estate del 2006 le piste dell’ippodromo delle Capannelle.

Scuole Antincendio delle Capannelle

Le Scuole Centrali Antincendi sono una delle principali strutture della Direzione Centrale per la Formazione del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile. Periodicamente vi svolgono corsi di specializzazione, di aggiornamento e di formazione per il personale neoassunto in servizio.

La Scuola vede tra i suoi compiti più importanti quello di formare ed addestrare i Vigili del Fuoco neo assunti che, prima di essere inviati presso i Comandi Provinciali, devono effettuare un corso di formazione professionale della durata di 1 anno. Qui i futuri Vigili del Fuoco, oltre ad acquisire nozioni teoriche di base di fisica e di chimica, imparano a conoscere e ad utilizzare correttamente attrezzature e dispositivi di protezione individuale ed effettuano esercitazioni pratiche e simulazioni di interventi combinando l’utilizzo di mezzi ed attrezzature per imparare ad operare in sicurezza.

Castelli Romani

Situati nell’area dei Colli Albani sorgono 13 cittadine note come Castelli Romani. Luoghi di villeggiatura dei signori fin dai tempi dell’Impero, ancora oggi sono una delle mete preferite dai romani e dai turisti, soprattutto nelle giornate estive.

Da non perdere sicuramente Frascati, dominata dalla cinquecentesca Villa Aldobrandini, la cui splendida facciata svetta, con i suoi giardini all’italiana, sull’intera cittadina. Se preferite invece uno stile più medievale, vi consigliamo di visitare, nella vicina Grottaferrata, l’Abbazia greca di San Nilo, fondata nel 1004 da monaci provenienti dalla Calabria bizantina.

Ma i Castelli Romani sono famosi anche per le cittadine che sorgono sui laghi di origine vulcanica, come Castel Gandolfo, residenza estiva del Papa, che affaccia sul Lago di Albano. Per un suggestivo panorama sul verde e sull’azzurro circostanti, ma anche per un assaggio di storia romana, non perdete la deliziosa Nemi. Questa cittadina domina dall’alto l’omonimo lago, sulle cui rive sorge il Museo delle Navi Romane.

Al di là di ville, antiche rovine e panorami mozzafiato, i Castelli Romani sono noti per la cucina e per il vino bianco che proprio in queste zone viene prodotto. La particolarità di questi posti sono le fraschette, caratteristici locali ricavati il più delle volte da vecchie cantine, dove è possibile gustare a buon prezzo vino, olive, formaggi, porchetta e piatti tipici romani. Famosa per le fraschette è sicuramente Ariccia, le cui vie e piazzette d’estate si popolano di tavoli all’aperto, ma anche le altre località non sono da meno: Monte Porzio Catone, Montecompatri, Rocca Priora, Colonna, Rocca di Papa, Marino, Albano Laziale e Genzano… c’è l’imbarazzo della scelta!